Buy Propecia buy tramadol no prescription overnight cheap tramadol no prescription buy Prednisone line amoxicillin antibiotics United Kingdom Antibiotics can you buy ventolin over the counter in america prednisone online no perscription overnight buy Prednisone tablets without rx Order Antibiotics Online order ventolin online uk ventolin prescription australia online pharmacy prednisone no prescription dosage and side effects of prednisone order Prednisone without rx from us pharmacy Prednisone for pets no prescription prednisone cod delivery where can i buy Prednisone without prescription Prednisone online order saturday delivery doxycycline dosage prostatitis canada priligy online canadian pharmacy no prescription needed priligy buy online Doxycycline canada
Voi siete qui: Home Scuola Conferenza Stato-Regioni 2008 - pag. 7
Conferenza Stato-Regioni 2008 - pag. 7 PDF Stampa E-mail
Indice
Conferenza Stato-Regioni 2008
pag. 2
pag. 3
pag. 4
pag. 5
pag. 6
pag. 7
Pag. 8
Pag. 9
Tutte le pagine
Articolo 4
(Coordinamento e integrazione delle risorse professionali e materiali)

Le Regioni, gli enti locali, gli Uffici Scolastici Regionali e provinciali, le istituzioni scolastiche autonome, sulla base delle risorse annualmente disponibili, nei limiti degli ordinari stanziamenti di bilancio stabiliti a legislazioni vigente, concertano le modalità tecniche per la gestione e la distribuzione delle risorse di personale e delle risorse materiali utili all'integrazione dell'alunna/o.
A livello locale, sulla base dei citati Piani di Zona e degli Accordi di Programma regionali, provinciali e territoriali, di cui alla legge n. 104/1992, sono individuati i livelli di concertazione tra istituzioni pubbliche per I'assegnazione delle risorse professionali e materiali di rispettiva competenza proposte e richieste contestualmente da parte delle istituzioni scolastiche interessate. Il Gruppo di Lavoro di Istituto (GLH), di cui all'art 15, comma 2, legge 104/92, presieduto dal Dirigente Scolastico, tenuto conto di tutti i PEl predisposti, sulla base del Piano di Zona (art. 19 legge n. 328/2000) formula le complessive proposte della propria istituzione scolastica concernenti tutte le risorse, professionali e materiali, necessarie alla migliore integrazione scolastica e sociale degli alunni con disabilità del proprio istituto.
Le istituzioni scolastiche garantiscono l'adozione di ogni possibile flessibilità didattica ed organizzativa nell'ambiente scolastico per lo sviluppo di tutti i potenziali individuali degli alunni con disabilità, favorendo l'integrazione delle prestazioni delle figure professionali disponibili all'interno delle istituzioni scolastiche stesse o su reti di scuole: insegnanti, collaboratori scolastici, operatori sociali messi a disposizione dagli Enti Locali, altre figure professionali e di volontariato, secondo il modello di sistema integrato di interventi e servizi, già previsto all'art. 3 della legge n. 328/2000, anche con riferimento all'istruzione domiciliare. Gli operatori coinvolti partecipano in modo corresponsabile a tutte le fasi dell'integrazione scolastica e sociale.
Inoltre, la scuola di frequenza dell'alunno e gli Enti Locali, per quanta di loro competenza, assicurano le risorse tecnologiche, gli strumenti e i servizi necessari per realizzare ambienti favorevoli e senza barriere.